Ancora una vittima tra i militanti del Movimento Sem Terra (MST)

Ieri mattina Fábio dos Santos Silva, dirigente del MST (Movimento Sem Terra – Movimento dei lavoratori rurali senza terra) nello stato di Bahia (Brasile), è stato assassinato con 15 colpi di fronte alla moglie e al figlio, mentre andava in macchina verso Palmeirinha, vicino a Iguaí. Secondo la testimonianza della moglie, una moto si è accostata alla macchina e Fabio è stato ucciso. Il dirigente MST era stato minacciato di morte. In quella regione il latifondo non accetta la democratizzazione della terra né la presenza dei tre insediamenti e dell’accampamento esistenti nella zona.
Fabio, che è stato anche candidato a consigliere per il PT (Partido dos Trabalhadores – Partito dei Lavoratori) della regione, è stato un grande lottatore. Come tutti i militanti del MST voleva vedere la Riforma Agraria realizzata.

Lascia un commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: