Un’altra strada, a cura di Leda Tasselli

Un’altra strada, a cura di Leda Tasselli

E’ uscito il libro “Un’altra strada”, a cura di Leda Tasselli
Una nuova pubblicazione della Rete Radié Resch di Quarrata

Un’altra strada – a cura di Leda Tasselli, fotografa
Prefazione di padre Julio Lancellotti
Pagine 156 – formato cm 28,8×28 – contributo richiesto euro 15  – per posta euro 18
L’intero incasso del libro servirà a finanziare due progetti a favore del popolo della strada di San Paolo

“Un’altra strada” parla di quelli che, a San Paolo del Brasile come nella maggior parte delle metropoli del nord e del sud del mondo, non godono del diritto/privilegio ad avere una casa dove vivere. Il numero delle persone costrette ad abitare le strade è in lento ma costante aumento, e questo non può non farci riflettere sul sistema economico che abiamo scelto, basato per sua natura sullo sfruttamento delle risorse dei paesi meno sviluppati e sull’esclusione sistematica dei soggetti più deboli, per strada non ci vivono solo i “matti”, gli “ubriachi” e i “tossici”, anche se pensare così ci aiuta a mettere una opportuna distanza di sicurezza quando li vediamo caminare trascinandosi i cartoni, nella nostra passeggiata igenica dopo il cinema del sabato sera. E abbiamo bisogno di scaldarci al pensiero falso che noi non potremmo mai finire in quello stato. Per strada vive gente che in buona parte avrebbe, o avrebbe avuto, tutti i requisiti, oltrechè il diritto insindacabile, per avere una casa, un’occupazione, una vita dignitosa. Tanti e tanto diversi sono i motivi che portano una persona a scegliere la strada, o a subirla come unica condizione possibile. L’intenzione di questo libro, fatto di immagini e parole, è quello di dar voce in qualche modo agli abitanti delle strade di San Paolo: il libro contiene alcune testimonianze raccolte tra le persone in situazione di strada, e un lavoro fotografico che ha per tema la città, ed è stato interamente realizzato da quattro cittadini della strada, vi si trovano poi alcune analisi elaborate nel corso di anni di esperienza degli operatori che collaborano in diverse forme con queste persone, difendendone con coraggio il diritto alla dignità e alla cittadinanza. C’è infine una parte fotografica, che raccoglie una cinquantina di immagini in bianco e nero sul tema della strada.Tra queste immagini, molte ritraggono un gruppo di famiglie “normali” di San Paolo, che nel mese di agosto del 2005 si sono ritrovate da un giorno all’altro ad abitare su un marciapiede, in conseguenza dello sgombero forzato del palazzo in cui vivevano da anni. Non è così difficile ritrovarsi sulla strada, certe volte basta una cosa banale come uno sfratto, dovremmo ricordarcene quando usciamo dal cinema il sabato sera, e sgattaiolamo a casa infreddoliti, a farci una bella doccia calda.
Si possono ordinare una o più copie, telefonando allo 0573/750539 – 339/5910178.
I gruppi e i singoli che sono disponibili a organizzare una presentazione del libro, possono contattarci ai recapiti sopra riportati.
Ringraziamo la Provincia di Pistoia che ha finanziato la pubblicazione.

Rispondi