In Dialogo, numero 98

Copertina98
Fai clic qui o sulla copertina per leggere una selezione di articoli del numero 98.

Circolare Rete di Quarrata Natale 2012

Carissima, carissimo,
senza far troppo rumore, Gesù tornò sulla terra nel mese di Dicembre del 2012. Scelse San Paolo del Brasile.  Vivendo nei panni di un raccoglitore di materiali riciclabili, un senzatetto, mangiando cibo preparato dai venditori ambulanti oppure avanzi che i ristoranti gli offrivano dai loro retrobottega. Camminava sempre con una colomba posata sulla spalla destra. All’esterno di un teatro si meravigliò di come le persone ben vestite lo fissassero e si ricordò come anche nella Palestina del primo secolo la sua presenza già suscitasse la curiosità di alcuni e l’avversione di altri.
Ora invece a predominare era l’indifferenza; nella grande città si sentiva un signor nessuno, un essere invisibile. Nel rovistare fra i rifiuti delle lattine fuori da una facoltà universitaria nessun professore o studente lo notò. “Se fossi un topo a spulciare nella spazzatura perlomeno farei schifo alla gente”.
Grazie alla sua percezione, capace di intendere la mente e l’anima degli uomini, Gesù sapeva che quasi tutti erano Cristiani.
Ci fu il furto di un’automobile davanti alla stessa facoltà universitaria; la vittima, una studentessa abbellita dalla chirurgia estetica, lo additò come il presunto complice dei ladri. La polizia, pur senza alcun indizio di reato, decise di arrestarlo per placare le ire della ragazza, figlia di un imprenditore.
Il commissario lo interrogò:
“Come ti chiami?”
“Gesù”.
“Gesù… Gesù chi…?”
“Gesù del Padre e dello Spirito Santo”.
Leggi tutto “Circolare Rete di Quarrata Natale 2012”

Lettera di Paolo Latorre, comboniano, missionario a Korogocho-Nairobi (Kenya)

16 Dicembre,   III Avvento   Lc 3,10-18

«Che cosa dobbiamo fare?» questa e’ davvero la domanda giusta per questo tempo!! Un tempo in cui tutti hanno soluzioni per uscire dalla crisi, senza accorgersi che la crisi piu’ grande e’ quella di non rendersi conto di questa crisi antropologica, una crisi che appunto ha bisogno che questa domanda suggeritaci dal Vangelo di questa domenica venga gridata: «Che cosa dobbiamo fare?».  Si tratta di una domanda difficile. Meglio ribaltare la domanda, farla diventare un’affermazione e declinarla ad altri: «quello che gli altri dovrebbero fare perche’ si viva meglio e’….». Meglio offrire soluzioni appunto. Di queste trasformazioni e declinazioni sono un grande esperto, e quel che mi rattrista e’ che sono in compagnia di molti esperti del genere! Quello che il Vangelo di questa domenica di Avvento ci mette davanti, direi ci sbatte in faccia, e’ questa domanda forte a livello personale, che solo a sussurrarla al nostro cuore ci pone di fronte all’abisso dello smarrimento, della debolezza: «Che cosa devo fare?»
Continua la lettura

A 50 anni dal Concilio Vaticano II e i 100 anni di Arturo Paoli

Casa della Solidarietà-Rete Radiè Resch di Quarrata (Pistoia), le Parrocchie di San Piero Agliana, Santomato e Stazione di Montale, Viandanti e Agenzia ADISTA
ti invitano a partecipare alla giornata di riflessione su:

A 50 anni dal Concilio Vaticano II e i 100 anni di Arturo Paoli
che si terrà sabato 12 gennaio 2013
presso il Seminario Vescovile di Pistoia – Via Puccini, 36

ore 9,15 – Tavola rotonda su:
Il Concilio Vaticano II dopo 50 anni? Tra negazioni e speranze
interverranno:
Raniero La Valle, già direttore di Avvenire, senatore e scrittore
Mons. Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea
Giancarla Codrignani, già deputata della sinistra indipendente
Raffaele Luise, vaticanista GR1-RAI
coordina: Francesco Comina, giornalista e scrittore

ore 13 pranzo-buffet

ore 15,30 – Tavola rotonda su:
Il concilio e l’America Latina e il messaggio di Arturo Paoli
intervennanno:
Arturo Paoli, piccolo fratello
Antonietta Potente, teologa, suora domenicana in Bolivia
Marcelo Barros, benedettino brasiliano, teologo della liberazione
Claudia Fanti, giornalista di Adista
Coordina: don Enzo Benesperi, già missionario in Brasile

Napoli, capitale dell’acqua pubblica – di Alex Zanotelli

È con grande gioia che salutiamo la decisione del Comune di Napoli di trasformare ARIN (Azienda Risorse Idriche Napoli), una Spa a totale capitale pubblico, in ABC (Acqua Bene comune) Napoli, un’Azienda Speciale. Ciò è finalmente avvenuto il 21 novembre scorso con l’ultimo adempimento redatto dal prof. Giancarlo Laurini, presidente del Consiglio Nazionale del Notariato.

Il Consiglio comunale di Napoli aveva già deciso questo quasi all’unanimità il 26 ottobre 2011 inseduta plenaria, alla presenza dei comitati dell’acqua. Ma le pressioni da parte dei potentati economico-finanziari sono state talmente forti che è stato necessario oltre un anno per tradurre in pratica quel voto.

Se si è riusciti ad arrivare alla gestione pubblica dell’acqua dobbiamo ringraziare l’impegno dei comitati cittadini napoletani e campani; un impegno portato avanti con tenacia per otto lunghi anni. Tutto infatti inizia nel 2004 quando 136 comuni delle provincie di Napoli e Caserta (ATO2) decidono di privatizzare il servizio idrico. I comitati con una energica campagna obbligano i sindaci a votare il 31 gennaio 2006 la ripubblicizzazione dell’acqua di ATO2, una decisione storica che non divenne però operativa. Fu la vittoria referendaria a dare il colpo d’ala necessario ad arrivare all’ABC- Napoli. Questo è avvenuto grazie all’impegno dell’assessore Alberto Lucarelli con l’appoggio del sindaco Luigi De Magistris.
Continua la lettura

La sovrabbondanza della grazia, letture paoline con il teologo Carmine Di Sante

La sovrabbondanza della grazia

Letture paoline con il teologo Carmine Di Sante

Le associazioni Casa della Solidarietà e Granello di Senape organizzano, presso la sede della Casa della Solidarietà, via delle Poggiole 225, Quarrata, incontri di approfondimento teologico sulle Scritture

L’oggetto dei prossimi incontri è lo studio di S. Paolo, secondo lo schema riportato di seguito.
Il tema della premessa è stato esaminato il 18 novembre scorso, gli altri saranno visti nei prossimi appuntamenti, in particolare:

20 gennaio 2013
24 febbraio 2013
14 aprile 2013

Gli incontri si svolgono dalle 9,30 alle 17,00 con pausa pranzo dalle 13,00 alle 15,00. Il pranzo viene preparato presso la sede
L’iniziativa prevede un contributo per l’organizzazione della giornata di € 25,00, comprensivo del pranzo, a carico di ogni partecipante.
E’ necessario prenotarsi telefonando al n. 0573 750539 (ore pasti) oppure inviando una mail a casasolidarieta@rrrquarrata.it

Continua la lettura

Cambiare si può – per una presenza alternativa alle elezioni politiche 2013

Fai clic per accedere al sito di questa importante iniziativa.
cambiaresipuo

È etico pagare il debito? – di Alex Zanotelli

Contro la dittatura della finanza. È etico pagare il debito?

Ho riflettuto a lungo come cristiano e come missionario,nonchè come cittadino, sulla crisi economico-finanziaria che stiamo attraversando, e sono riandato alla riflessione che noi missionari avevamo fatto sul debito dei paesi impoveriti del Sud. Per noi i debiti del Sud del mondo erano ‘odiosi’ e ‘illegittimi’ perché contratti da regimi dittatoriali per l’acquisto di armi o per progetti faraonici , non certo a favore della gente. E quindi non si dovevano pagare! “E’ immorale per noi paesi impoveriti pagare il debito,” -così affermava Nyerere, il ‘padre della patria ‘ della Tanzania, in una conferenza che ho ascoltato nel 1989 a Nairobi (Kenya). “ Quel debito- spiegava Nyerere- non lo pagava il governo della Tanzania, ma il popolo tanzaniano con mancanza di scuole e ospedali.” La nota economista inglese N.Hertz, nel suo studio Pianeta in debito, affermava che buona parte del debito del Sud del mondo era illegittimo e odioso.
Continua la lettura

Se questi morti sono soltanto nostri – di Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa

Sono il nuovo Sindaco delle isole di Lampedusa e di Linosa. Eletta a maggio, al 3 di novembre mi sono stati consegnati già 21 cadaveri di persone annegate mentre tentavano di raggiungere Lampedusa e questa per me è una cosa insopportabile. Per Lampedusa è un enorme fardello di dolore. Abbiamo dovuto chiedere aiuto attraverso la Prefettura ai Sindaci della provincia per poter dare una dignitosa sepoltura alle ultime 11 salme, perché il Comune non aveva più loculi disponibili. Ne faremo altri, ma rivolgo a tutti una domanda: quanto deve essere grande il cimitero della mia isola?

Leggi tutto “Se questi morti sono soltanto nostri – di Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa”

E l’Economicidio sta arrivando in Germania – di Paolo Barnard

Il valore di un’analisi sta nel suo avverarsi. Se è corretta, se ha veramente capito come funziona un sistema, essa indovinerà l’inevitabile. La Mosler Economics MMT (ME-MMT) che io divulgo in Italia ha denunciato una cosa sopra ogni altra: il costrutto dell’Eurozona è insostenibile, distruggerà tutta l’Unione Monetaria, non solo Italia o la Grecia. Infatti. Ora il veleno sta lambendo proprio lei, la signora teutonica degli sprezzanti strali contro noi ‘Maiali’. Il mostro si rivolta contro chi l’ha creato, il virus sta uccidendo lo scienziato che l’ha fatto vivere. La Germania è attonita, non si capacita, ma come? Come è possibile? E’… E’… UFFICIALMENTE IN RECESSIONE.
Continua la lettura