Aleida Guevara ad Agliana, 11 dicembre 2017

COMUNICATO STAMPA

Carissima, carissimo, ti comunichiamo che Lunedì 11 dicembre alle ore 21, presso la Canonica della Chiesa di Agliana (PT), Piazza Gramsci – da dove parte la Marcia della Giustizia

Aleida GUEVARA, la figlia del CHE, medico pediatra all’Avana parlerà sul tema:
“Senza perdere la tenerezza. I valori del Che oggi, a 50 anni dal suo assassinio”

L’evento è organizzato dalle parrocchie di San Piero Agliana e Santomato, dalla Casa della Solidarietà e dalla Rete Radiè Resch di Quarrata.

Comunicato Stampa e informazioni per la 24a Marcia della Giustizia Agliana-Quarrata (PT)

In Marcia, in cammino, in nome del NOI

Dunque anche quest’anno il primo appuntamento di impegno sociale a prendere il via, dopo al pausa estiva, sarà quello della 24a Marcia della Giustizia che sabato 9 settembre si snoderà lungo le strade della provincia di Pistoia in Toscana, fra Agliana verso Quarrata. Ancora una volta, come avviene da ventiquattro anni, si marcerà nel nome dei beni comuni e della cultura delle corresponsabilità. Ancora una volta nel nome dei diritti negati ed in particolare per coloro che ancora non li conoscono.
E quest’anno, per rafforzare bene quanto siano fondamentali i richiami, le attenzioni per gli altri, ecco che il tema della 24a Marcia della Giustizia, come rimanda anche lo stesso manifesto, sarà il richiamo al dovere dell’impegno. Andando anche oltre, coinvolgendo fino a comprendere la vera sfida del tempo, fino all’impegno di quel “noi” che troppo spesso piace essere rammentato solo a parole. Leggi tutto “Comunicato Stampa e informazioni per la 24a Marcia della Giustizia Agliana-Quarrata (PT)”

24ª Marcia per la Giustizia Agliana-Quarrata

marcia per la giustizia 2017

Riforma della Costituzione – incontro con La Valle e Tarli Barbieri

riforma-costituzione-incontro

Nel silenzio dei media italiani, in Brasile proseguono le manifestazioni contro il golpe

EN BRASIL TODO EL PUEBLO SALIÓ A LA CALLE PARA FRENAR EL GOLPE DERECHISTA

Resumen Latinoamericano, 10 de mayo 2016.- Durante todo el día de hoy, millones de trabajadores, trabajadoras, campesinos, campesinas, estudiantes y diversos movimientos sociales y populares ganaron las calles de todo Brasil para repudiar las maniobras de la derecha brasileña que no pudiendo ganar en las urnas pretende destituir en la sesión del Senado al gobierno de Dilma.
Brasil hoy se unificó en un solo grito “NAO VAI TER GOLPE!!!”

LAS PRIMERAS IMÁGENES DE LA MOVILIZACIÓN MASIVA DEL PUEBLO BRASILEÑO
FUENTE: BRASIL DE FATO


Trabajadores y trabajadoras de Mercedes Benz en Sao Bernardo do Campo (Sao Paulo) aprueban a mano alzada el paro general contra el golpe de derecha.
Leggi tutto “Nel silenzio dei media italiani, in Brasile proseguono le manifestazioni contro il golpe”

Contro l’accordo TTIP – Marco Bersani

Sabato 10 ottobre 250mila persone provenienti da tutta Europa hanno dato vita a Berlino a una grande manifestazione aprendo così la settimana di mobilitazione internazionale contro il T-tip, il Partenariato Transatlantico sul Commercio e gli Investimenti, che Usa e Ue stanno negoziando dal luglio 2013.
Nei prossimi giorni centinaia di iniziative si svolgeranno in tutte le città d’Europa, mentre sono oltre 3,2 milioni le firme di cittadini consegnate alla Commissione Europea.

Si apre una fase decisiva per quello che si profila come il più grande trattato di libero scambio del pianeta, nonché il nuovo quadro legislativo globale, cui tutti, volenti o nolenti, dovranno conformarsi. La pressione delle multinazionali e dei governi spinge perché si arrivi ad una bozza di accordo prima che negli Stati Uniti inizi la campagna elettorale delle presidenziali (previste nel novembre 2016), e la recente approvazione dell’omologo negoziato sul versante Pacifico (Tpp) ha galvanizzato le truppe di quanti vogliono trasformare lo stato di diritto in stato di mercato e realizzare l’utopia delle multinazionali: unico faro della vita economica, politica e sociale devono essere i profitti, cui vanno sacrificati tutti i diritti del lavoro e sociali, i servizi pubblici, i beni comuni e la democrazia. Leggi tutto “Contro l’accordo TTIP – Marco Bersani”

22a Marcia per la Giustizia Agliana-Quarrata (PT) – sabato 12 settembre 2015

manifesto marcia 2015

In Dialogo, numero 108

copertina_108

indice_108

Clicca sulla copertina o sull’indice per leggere una selezione di articoli del numero 108 di In Dialogo.

Un’onda verde, dal basso

Vertice sul clima, Parigi (COP 21)
“Il mondo deve prendere atto che il Vertice sul clima di Parigi del prossimo dicembre (COP21), potrebbe essere l’ultima vera opportunità per giungere a un accordo che mantenga il riscaldamento globale di origine antropica al di sotto dei 2 gradi centigradi, a fronte di una traiettoria attuale che porterebbe a un aumento devastante di 4 o più gradi centigradi.” E’ questo il chiaro pronunciamento della Pontificia Accademia delle Scienze a conclusione di un seminario sul tema :”Proteggere la Terra, mobilitare l’umanità” , tenutosi in Vaticano il 28 aprile scorso alla presenza del segretario generale dell’ONU, Bar Ki moon. Gli scienziati dell’Accademia affermano categoricamente che “il cambiamento climatico di origine antropica è una realtà scientifica e la sua decisiva mitigazione è un imperativo morale e religioso.” Leggi tutto “Un’onda verde, dal basso”

25 aprile – I frutti tossici del nazionalismo – di Moni Ovadia

Le bandiere palestinesi al corteo? Un vulnus inaccettabile per il presidente della comunità ebraica romana Pacifici e per qualche ultrà del sionismo più isterico. Ma screditando le ragioni di chi lotta per una Palestina libera si sovverte il significato della Resistenza.

Nel corso della mia vita e da che ho l’età della ragione, ho cer­cato di par­te­ci­pare, anno dopo anno a ogni mani­fe­sta­zione del 25 aprile.
Un paio di anni fa, per­cor­rendo il cor­teo alla ricerca della mia col­lo­ca­zione sotto le ban­diere dell’Anpi, mi imbat­tei nel gruppo che rap­pre­sen­tava i com­bat­tenti della “bri­gata ebraica”, aggre­gata nel corso della seconda guerra mon­diale alle truppe alleate del gene­rale Ale­xan­der e impe­gnata nel con­flitto con­tro le forze nazi­fa­sci­ste. Qual­cuno dei com­po­nenti di quel drap­pello mi rico­nobbe e mi salutò cor­dial­mente, ma uno di loro mi rivolse un invito sgra­de­vole, mi disse: «Vieni qui con la tua gente». Io con un gesto gli feci capire che andavo più avanti a cer­care le ban­diere dell’Anpi che il 25 aprile è «la mia gente» per­ché io sono iscritto all’Anpi con il titolo di anti­fa­sci­sta. Lui per tutta rispo­sta mi apo­strofò con que­ste parole: «Sì, sì, vai con i tuoi amici palestinesi». Leggi tutto “25 aprile – I frutti tossici del nazionalismo – di Moni Ovadia”