“Les ordres” di Michel Brault – di Fabio Troncarelli

Photo by Social Soup Social Media on Pexels.com

Il 13 maggio 1975 fu proiettato a Cannes «Les ordres» di Michel Brault, un regista affermato in Canada ma quasi sconosciuto in Europa. L’opera ebbe un successo travolgente e il suo autore vinse, inaspettatamente, la Palma d’oro per la regia. Lo meritava. Qualche parola su «Les ordres»1 . Ottobre 1970. Dopo i rapimenti di James Cross… Continua a leggere “Les ordres” di Michel Brault – di Fabio Troncarelli

L’escalation. Missili, raid e morti, è guerra in Medio Oriente

Paolo M. Alfieri Avvenire mercoledì 12 maggio 2021 L’aviazione israeliana martella le postazioni di Hamas e della Jihad islamica: «A Gaza sono 28 gli uccisi» Sparati dai miliziani dalla Striscia oltre 800 razzi: colpite Tel Aviv, Ashkelon e Ashdod Il fumo si alza nella città israeliana di Ashkelon, colpita dai razzi lanciati dai miliziani a… Continua a leggere L’escalation. Missili, raid e morti, è guerra in Medio Oriente

Profitto e avidità – di Erri De Luca

Erano i primi anni di scuola. Dopo l’estate non tornammo in città, restammo sull’isola. Tra i bambini dilagava la poliomielite, chiamata anche paralisi infantile. Aveva colpito due nostri cugini azzoppandoli a vita. Arrivò il vaccino, un tatuaggio a forma di bolla sul braccio. Lo aveva inventato un signore di nome Albert Sabin, un ebreo americano.… Continua a leggere Profitto e avidità – di Erri De Luca

Lettera Rete di Quarrata – maggio 2021

Carissima, carissimo ciò che il Covid-19 ci ha mostrato in modo brutale, è che l’equilibrio tra Terra e Umanità si è rotto. Diventiamo troppo voraci, strappando alla terra ciò che non può darci. Non rispettiamo i limiti di un piccolo pianeta con beni e risorse limitate, comportandoci come se  fossero inesauribili. Questa è l’illusione che… Continua a leggere Lettera Rete di Quarrata – maggio 2021

La causa legale di “Giudizio Universale” è pronta a partire

Con una Lettera Aperta indirizzata al Presidente del Consiglio Mario Draghi e al Ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani, in cui sottolineiamo l’insostenibilità delle attuali politiche climatiche nazionali e l’estrema urgenza di un’azione climatica all’altezza dell’emergenza in corso, parte ufficialmente una nuova fase della campagna Giudizio Universale. Sul sito www.giudiziouniversale.eu è apparso un conto… Continua a leggere La causa legale di “Giudizio Universale” è pronta a partire

Libia, lo scandalo sotto il tappeto – di Gianluca Cicinelli

Mercenari russi, truppe turche e gruppi armati composti da siriani, ciadiani e sudanesi. Secondo le Nazioni Unite erano circa 20 mila i soldati e i mercenari presenti in Libia alla fine del 2020, nessun ritiro è stato rilevato da allora. Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha chiesto, con una dichiarazione approvata all’unanimità, il ritiro senza… Continua a leggere Libia, lo scandalo sotto il tappeto – di Gianluca Cicinelli

I colibrì e l’oleodotto – di Maria Teresa Messidoro

I lavori per la costruzione di un oleodotto in Canada sono stati fermati da sciami di colibrì, e lo saranno fino ad agosto, quando terminerà la stagione della nidificazione. E’ stato il ministero dell’Ambiente e del Cambiamento Climatico del Canada a dover ordinare la sospensione della costruzione di un tratto di 900 km dell’Oleodotto Trans… Continua a leggere I colibrì e l’oleodotto – di Maria Teresa Messidoro

Digiuno di Giustizia – di Alex Zanotelli

Il 5 maggio, primo mercoledì del mese, dalle ore 15 alle 18, saremo in Piazza Montecitorio a Roma, davanti al Parlamento italiano, per esprimere la dimensione politica del Digiuno di giustizia, portato avanti da tre anni, una volta al mese, e il Digiuno a staffetta promosso dal Cantiere della Casa Comune. Mai come in questo… Continua a leggere Digiuno di Giustizia – di Alex Zanotelli

Turchia: le sedie, l’ipocrisia e l’inferno – di Gian Luigi Deiana

Photo by Engin Akyurt on Pexels.com

L’ ESSERCI DELLA SEDIA CHE NON C’È Una goccia fucsia in un vaso di sangue Trovo la vicenda della sedia, cioè dell’incidente diplomatico della Ue in Turchia, assolutamente positiva e a suo modo provvidenziale: almeno per ora. Trovo invece stucchevoli tutte le considerazioni di quelli che la sapevano lunga, secondo i quali quelli che invece… Continua a leggere Turchia: le sedie, l’ipocrisia e l’inferno – di Gian Luigi Deiana