L’attivista yazida e il medico congolese “che ripara le donne”: un Nobel pieno di significati

Per ricordare al ministro Salvini che i profughi sono “scacciati” dalla loro terra, principalmente per interessi economici nostri.
Antonio

Nobel per la Pace a Nadia MURAD e al dottor Denis MUKWEGE

Sono loro due i premi Nobel per la Pace 2018: due profili di altissimo livello, che ci riconciliano con il premio attribuito dall’Accademia di Svezia. Leggi tutto “L’attivista yazida e il medico congolese “che ripara le donne”: un Nobel pieno di significati”

Appello a papa Francesco e alla Chiesa per restituire la speranza ai rifugiati di Vicofaro

Pubblichiamo l’appello che don Massimo Biancalani, a nome delle Comunità parrocchiali di Vicofaro e Ramini/Bonelle e del Centro di accoglienza “don Lorenzo Milani” di Pistoia, al termine della “Conferenza mondiale su xenofobia, razzismo e nazionalismi populisti nel contesto delle migrazioni globali”  ha consegnato a papa Francesco contro la chiusura del Centro di accoglienza di Vicofaro.

Appello a papa Francesco e alla Chiesa per restituire la speranza ai rifugiati di Vicofaro
Santo Padre, ci rivolgiamo a lei in un momento di grande amarezza per la nostra comunità impegnata nell’accoglienza di poveri e in particolare di rifugiati. Questa esperienza rischia seriamente di terminare con il plauso di certi esponenti della politica locale e nazionale e purtroppo, ci rattrista sottolinearlo, nell’indifferenza di una larga parte del nostro mondo cattolico. Adducendo motivi di sicurezza e di inadeguatezza dei locali parrocchiali, le autorità preposte hanno deciso lo sgombero della struttura di Vicofaro a Pistoia, in cui sono accolti da alcuni anni i fratelli nel bisogno. Nonostante gli ingenti sforzi economici effettuati per adeguare i nostri ambienti all’accoglienza, tutto questo non è stato considerato sufficiente. Si dimenticano volutamente l’azione generosa e il servizio infaticabile e solidale reso al territorio accogliendo tante persone, che altrimenti sarebbero costrette a vivere in condizioni precarie e pericolose. Leggi tutto “Appello a papa Francesco e alla Chiesa per restituire la speranza ai rifugiati di Vicofaro”

“Confesso che ho vissuto” (P. Neruda) dedicato a Salvador Allende

11 settembre 1973 Golpe in Cile

Il mio popolo è stato il più tradito di quest’epoca. Dai deserti del salnitro, dalle miniere sottomarine di carbone, dalle alture terribili dove sta il rame estratto con lavoro inumano dalle mani del mio popolo, sorse un movimento liberatore di grandiosa ampiezza. Quel movimento portò alla presidenza del Cile un uomo chiamato Salvador Allende affinché realizzasse riforme e misure di giustizia non più rinviabili, affinché riscattasse le nostre ricchezze nazionali dalle grinfie straniere.
Dovunque è stato, nei paesi più lontani, i popoli hanno ammirato il presidente Allende e hanno elogiato lo straordinario pluralismo del nostro governo. Mai nella storia della sede delle Nazioni Unite a New York si è udita un’ovazione come quella tributata al presidente del Cile dai delegati di tutto il mondo. Qui in Cile si stava costruendo, fra immense difficoltà, una società veramente giusta, elevata sulla base della nostra sovranità, del nostro orgoglio nazionale, dell’eroismo dei migliori abitanti del Cile. Dal nostro lato, dal lato della rivoluzione cilena, stavano la costituzione e la legge, la democrazia e la speranza.
Leggi tutto ““Confesso che ho vissuto” (P. Neruda) dedicato a Salvador Allende”

Haddad al governo, Lula al potere. La strategia del Pt per rendere “il popolo di nuovo felice”

Non è bastata la pioggia di ricorsi presentati dai legali di Lula al Tribunale superiore elettorale e alla Corte Suprema né un nuovo e ancor più incisivo pronunciamento del Comitato per i diritti umani delle Nazioni Unite, che ha ribadito l’obbligatorietà per il Brasile di garantire l’immediato esercizio dei diritti politici dell’ex presidente: la corsa di Lula alla presidenza del Paese si è definitivamente infranta contro la giustizia golpista, secondo un copione che era già stato scritto al momento della farsa giudiziaria allestita dal giudice Sergio Moro e dal Tribunale di appello di Porto Alegre. Leggi tutto “Haddad al governo, Lula al potere. La strategia del Pt per rendere “il popolo di nuovo felice””