Il golpe non ci sarà!

COMUNICATO DEL FRENTE BRASIL POPULAR (7/12/2015)

I settori golpisti della destra, attraverso un gruppo di parlamentari guidati dal  deputato Eduardo Cunha, vogliono l’impeachment della Presidente della Repubblica.

La maggioranza del popolo brasiliano, attraverso le centrali sindacali, i movimenti popolari, studenteschi, le organizzazioni della gioventù, delle donne, dei negri, la LGBT, i movimenti degli indigeni, le pastorali delle chiese, gli intellettuali democratici e l’opinione di ogni cittadino e cittadina si sta pronunciando contro l’impeachment. A questi si uniscono ampi settori della società civile, del mondo religioso, giuridico, intellettuale e culturale del paese.

Siamo contro l’impeachment, perchè sulla  presidente Dilma Rousseff non pende nessuna accusa o sospetto di crimine, disonestà o illegalità. Non c’è nessun fatto o decisione della presidente che possa essere considerato un reato, un attentato alla Costituzione Federale (art.85 Costituzione brasiliana) e senza questo tipo di reato non esiste motivo per l’impeachment.

Siamo contro l’impeachment perchè vogliono allontanare la presidente Dilma, per abolire le conquiste e i diritti del popolo brasiliano, per distruggere e privatizzare la Petrobras, per assoggettare il Brasile agli interessi imperialisti.

Siamo contrari all’impeachment, perchè conosciamo le motivazioni criminali del deputato Eduardo Cunha. Titolare di conti bancari in Svizzera, dove sono depositati diversi milioni di reais – denaro di origine illecita – Cunha vuole che l’opposizione lo protegga dall’annullamento del mandato, in cambio della sua promessa di manipolare il processo di impeachment e annullare il legittimo mandato della presidente Dilma.

E’ chiaro per noi che si tratta di un vero tentativo di golpe contro la democrazia, la legalità e la sovranità del voto popolare. Coloro che pretendono di sostituire   Dilma Rousseff devono partecipare alle prossime elezioni presidenziali nel 2018. E’ questo che pensano anche quei settori dell’opposizione che sono contrari all’impeachment.

Vogliamo una politica economica che riprenda e approfondisca il percorso delle conquiste sociali, promuova la ripresa dello sviluppo, della distribuzione del reddito, della creazione di lavoro e dell’inclusione sociale.

Questo è un momento di unità di tutto il popolo, delle forze democratiche, progressiste, nella lotta intransigente per le conquiste democratiche. Invitiamo la presidente Dilma a convocare il popolo brasiliano a difendere il suo mandato, con questo obiettivo: riprendere il programma vittorioso nelle elezioni presidenziali del 2014.

La decisione sull’impeachment sarà assunta nelle prossime settimane dalla Camera dei Deputati in seduta plenaria.

Per sconfiggere i golpisti, appoggiare i democratici convinti e convincere gli indecisi, il Fronte Brasile Popolare invita ogni brasiliano e ogni brasiliana a impegnarsi nella giornata nazionale di lotta  in difesa della democrazia, Il golpe non ci sarà.

Contro il golpe, in difesa della democrazia!

Fuori Cunha!

Per una nuova politica economica!

São Paulo 7 dicembre 2015

Colletivo nazionale dei 66 movimenti popolari, pastorali e dei partiti politici che formano  il FRENTE BRASIL POPULAR

Nota: Invitiamo tutti a mobilitarsi in manifestazioni di massa negli stati e nella mobilitazione nazionale programmata per il giorno 16 dicembre.

Lascia un commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: