Lettera Rete di Quarrata – maggio/giugno 2014

Carissima, Carissimo,
“Non lasciare cadere la speranza”, terminava con questa esortazione l’ultima conversazione tra il vescovo dei poveri, Helder Camara e Marcelo Barros, benedettino brasiliano, noto biblista, compromesso con le pastorali sociali, dieci giorni prima che Helder morisse. La speranza é quella che ci consente di non deprimere il nostro sguardo sotto l’orizzonte cupo dei tempi che stiamo attraversando. E’ la forza che ci fa levare il capo oltre l’ostacolo. Quella siepe che sembra oscurare e negare le infinite possibilità della vita.
Le guerre e la crisi economica, così come le devastazioni ambientali, non sono catastrofi naturali, ma artificiali. Sono provocate da noi uomini, per colpa dei quali milioni di esseri umani muoiono. Leggi tutto “Lettera Rete di Quarrata – maggio/giugno 2014”

I vescovi brasiliani contro semi OGM e acqua privata

Il Consiglio Nazionale dei Vescovi del Brasile (CNBB) discute ed approva un documento importante sulla questione agraria brasiliana 
Dal 30 aprile al 9 maggio, 2014, tutti i vescovi della Chiesa cattolica brasiliana si sono riuniti nella città di Aparecida, Sao Paulo, per la loro Assemblea annuale, e hanno analizzato ed approvato un documento importante sulla questione agraria brasiliana.
Il documento è il risultato dell’elaborazione degli ultimi cinque anni, e fa un’analisi della realtà attuale, riflettendo sulle sfide e proponendo alternative ai temi trattati, partendo dalla dottrina sociale della Chiesa.
Il documento, approvato all’unanimità, è di 44 pagine e sarà presto a disposizione del pubblico. Leggi tutto “I vescovi brasiliani contro semi OGM e acqua privata”

Papa Bergoglio e l’enciclica sull’ecologia

Francisco invita Ervin Kräutler, vescovo di Xingu, a collaborare alla preparazione dell’enciclica sull’ecologia (traduzione antonio lupo)

http://www.ihu.unisinos.br/noticias/530009-francisco-convida-ervin-kraeutler-bispo-do-xingu-como-colaborador-na-nova-enciclica-sobre-ecologia

Erwin Kräutler, vescovo di origine austriaca, missionario in Brasile, è stato nominato da Papa Francisco per aiutare nella stesura della prossima enciclica sui poveri e la cura per l’ambiente, come lui stesso ha detto in un’intervista a Orff Journal. La notizia è stata diffusa dall’agenzia Kathpress.

L’informazione è di Maria Teresa Pontara Pederiva, pubblicata da Vatican Insider, 06-04-2014.

Erwin Kräutler, nato nel 1939, in Koblach, primogenito di sei figli, appartiene alla Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue. Dopo gli studi di filosofia e teologia a Salisburgo, nel 1965 andò come missionario in Amazzonia e nel 1980 è stato nominato vescovo della diocesi a più grande estensione geografica, Brasile: la diocesi deAltamira Xingu, diventando vescovo ausiliaredi suo zio Eurico , e, un anno dopo, il suo successore Leggi tutto “Papa Bergoglio e l’enciclica sull’ecologia”

Papa Francesco, l’ambientalista: «Salvaguardare l’ambiente o la natura ci distruggerà»

Oggi Papa Francesco,  durante l’udienza generale in una piazza San Pietro gremita da più di  50.000  fedeli, ha lanciato un forte monito: «L’uomo custodisca e salvaguardi l’ambiente o sarà  la stessa natura che lui distrugge ad annientarlo».

Il Papa, che non nasconde le sue simpatie per le iniziative anti-fracking e no-ogm in Argentina, sta preparando un’enciclica sull’ambiente e ha detto: «Se noi distruggiamo il Creato, il Creato ci distruggerà», quasi prospettando una guerra tra l’umanità sempre più avida ed il Creatore che ha distribuito le sue risorse per tutti gli esseri viventi. Papa Francesco, come fa spesso, ha poi riportato tutto alla vita quotidiana, ricordando quanto gli aveva detto un coltivatore di fiori: «Dio perdona sempre, l’uomo perdona a volte, ma il Creato non perdona mai e se tu non lo custodisci lui ti annienterà».
Leggi tutto “Papa Francesco, l’ambientalista: «Salvaguardare l’ambiente o la natura ci distruggerà»”

“Yoani Sánchez pensa solo ai soldi, a Cuba è libera di fare ciò che vuole”. Lo sfogo del traduttore italiano della blogger.

da L’Huffington Post  |  Pubblicato: 09/05/2014 18:09 CEST  |  Aggiornato: 09/05/2014 18:10 CEST

Yoani Sánchez ha disdetto il contratto con La Stampa e ha fatto di me un uomo libero, ché fino a ieri non potevo dire quel che pensavo, visto che la traducevo. Adesso che non ho più alcun legame e che gli interessi della blogger più ricca e premiata del mondo vengono gestiti dalla sua agente, Erica Berla, posso togliermi i sassolini dalle scarpe. Mi stavano facendo un male…

Comincia così la lettera aperta in cui Gordiano Lupi, scrittore ed editore toscano, si scaglia contro Yoani Sanchez, la famosa blogger cubana anticastrista, che in Italia aveva un blog su La Stampa e Internazionale. Lupi è stato biografo e traduttore italiano della Sanchez; insieme a lei ha scritto due libri. Ora che il contratto con La Stampa non c’è più, offre ai suoi lettori una descrizione della blogger molto diversa da quella di paladina della libertà. “Fa tutto per i soldi”, a Cuba ha estrema libertà di movimento e fa tutto ciò che vuole.
Leggi tutto ““Yoani Sánchez pensa solo ai soldi, a Cuba è libera di fare ciò che vuole”. Lo sfogo del traduttore italiano della blogger.”

Età della pietra – di Erri De Luca

Venticinque anni fa la breccia in un bastione divisorio spalancava la porta dell’Europa orientale. Quando si parla di crollo del muro di Berlino si usa un’espressione imprecisa: non crollò, non ci fu cedimento strutturale, ma la demolizione di un manufatto scaduto.
Ho fatto il mestiere di muratore,per molti anni ho buttato giù muri: hanno di buono il momento in cui non servono più. Bello è abbattere una parete divisoria, sgomberare il posto di guardia di un confine annullato. Della nuova Europa amo soltanto la fine delle frontiere interne. Amo la sua parola: unione.
Leggi tutto “Età della pietra – di Erri De Luca”

Cena di solidarietà a favore del Centroinsieme, Scampia (NA)

Sabato 10 maggio 2014 alle ore 20,00 presso la Casa della Solidarietà
in via delle Poggiole 225 a Lucciano

cena di solidarietà
in favore del Centroinsieme presso le Vele di Scampia (NA)
uno spazio per i bambini, per il sostegno educativo, la crescita, il dialogo e l’incontro

menu:
antipasto: crostini e altre salse;
primo: cannoli ripieni; penne alla carrettiera;
secondo: involtini e arista in forno a legna;
contorno: patate arrosto e insalata di stagione;
dolci della Casa.

Il contributo è di € 20,00 (adulti); € 10,00 (bambini)

Per motivi organizzativi è gradita la prenotazione entro giovedi 8 maggio.
Telefonare 0573 750539 ore serali. Mariella cell. 3332654911, Angela cell. 3478543597

Frei Betto in Italia ad aprile: il programma

Lunedì 7 aprile – ROVERETO (TN)
tema: Comprendere le migrazioni e i conflitti al tempo della globalizzazione. Globalizzare la Giustizia e la Solidarietà
ore 20.30 presso la sala Filarmonica all’interno della scuola Media Damiano Chiesa in Corso Rosmini a 100 metri dalla stazione ferroviaria

Martedì 8 aprile – BUSSOLENGO (VR)
tema: La passione dell’uomo, l’uomo che passsione
ore 20.30 presso il teatro delle Parrocchia S, Maria Maggiore – Piazza Nuova
Leggi tutto “Frei Betto in Italia ad aprile: il programma”

Antonietta Potente – Terra benedetta, terra bruciata

Antonietta Potente

Terra benedetta, terra bruciata
Letture, ad alta voce, sulla realtà contemporanea

 

La vita si plasma, insieme alla fede, nei processi storici che in fin dei conti non appartengono solo alla propria esistenza, ma a quella di tutti e del cosmo intero. Ogni cambiamento, che non significa altro che la possibilità di vivere ancora con altri ed altre, è il frutto di questo dialogo planetario con donne e uomini contemporanei, insieme alla misteriosa e anarchica creatività della biodiversità cosmica.

Allora, queste note sparse, come sparsa è la vita, che salgono da humus differenti e in momenti diversi e che, in una raccolta scritta sembrano essere ordinate da un indice, oggi, diventano un nuovo spartito, per continuare ad ascoltare e a guardare, fino, chissà, a una “visione” più nitida e pacificata.

Il costo del libro è di € 10,00.

Antonietta Potente è nata in Liguria. È teologa e appartiene all’Unione Suore Domenicane San Tommaso. Dopo alcuni anni di insegnamento teologico a Roma e a Firenze, si trasferì  in Bolivia, dove attualmente insegna all’Università Cattolica di Cochabamba, nella Facoltà di Teologia e in altri centri formativi dell’America Latina e del mondo. La sua vita condivisa con una famiglia di origine Aymara, il suo impegno di sostegno a processi di liberazione dei popoli, nel dialogo e nello scambio interculturale e interreligioso, ha segnato il suo pensiero teologico e la sua scrittura, facendo della sua teologia, una disciplina aperta alle trasformazioni e alla ricerca di donne e uomini contemporanei. Attualmente in Italia, continua a collaborare con processi di giustizia per il riconoscimento della dignità e soggettività degli altri e della biodiversità cosmica. 

Antonietta Potente

In Dialogo, numero 103

Copertina 103

Fai clic sulla copertina per leggere il sommario ed alcuni articoli di In Dialogo, numero 103.